in programmazione

A Wong foo

26/04/2018

Per partecipare ad Hollywood alla finalissima di un concorso riservato ai travestiti (quello per la “Drag Queen”) salgono su una vetusta automobile Cadillac tre potenziali concorrenti: l’elegante e slanciata Vida Bohème, Noxeema Jackson e la giovane Chi Chi Rodriguez. Un guasto meccanico all’automobile blocca il terzetto a Snydersville, un villagio sperduto nel Midwest. Qui le tre ospiti portano una ventata non solo di novità (di per sé già clamorosa), ma di bontà e allegria. Nel villaggio la gente è rozza, gretta e piena di pregiudizi. Come portafortuna, Vida porta con sé una foto con dedica di Julie Newmar, una vera “celebrità”. I tre travestiti, sfoggiando abiti e acconciature vistose, non hanno però nulla di sguaiato, non provocano nessuno, né approfittano della occasione per mercificarsi: sono gente allegra e di buon cuore, soprattutto Vida per la quale aiutare il prossimo è una legge di natura, per cui uomini e donne ne restano colpiti ed affascinati: quelli smussando rozzezze e battute facili, le altre riscoprendosi una femminilità oppressa e repressa da mariti stupidi e violenti, come quello di Carol Ann, vittima di un coniuge autoritario. Un gruppetto di donne come Carol impara presto le gioie di un parrucchiere e di abiti meno trasandati (per la umiliata Carol l’elegante Vida è un angelo asessuato). Certe “differenze” non sembrano più importanti: sono le somiglianze della gente ad assumere un forte significato. La tolleranza di tutti verso tutti appare essenziale. Vida ha avuto una infanzia infelice e perciò vorrebbe che per ognuno l’esistenza fosse meno dura e si prodiga in comportamenti generosi ed affettuosi. Noxeema non è da meno, mentre Chi Chi conosce la propria condizione e incontra pure l’amore (anche se quel concorso hollywoodiano l’attira al massimo), tanto da rinunciarvi forzando il sentimento. Perfino una vecchietta, Beatrice, che vive di ricordi, isolata e solitaria (è stata una nota attrice) cambia stile di vita e, tramite l’ameno trio, manda un messaggio scritto a Robert Mitchum. La riparazione della Cadillac impone la partenza dal villaggio: qui resta un’impressione di allegria e di letizia, dopo la festa annuale delle fragole, in una minuscola comunità dove molte idee beffarde e crudeli hanno ceduto il passo alla accettazione sul piano umano. A Hollywood la corona di “Drag Queen” viene concessa a Chi Chi.

in programmazione

Escobar – Il fascino del male –

dal 25/04/2018 al 30/04/2018

La vita di Pablo Escobar, dall’ascesa criminale all’inizio degli anni ’80 fino alla morte nel 1993, passando per gli anni del narcoterrorismo, della lotta contro la possibile estradizione negli USA e del rapporto con la giornalista Virginia Vallejo, che, dopo essere stata a lungo la sua amante, decise di collaborare con la giustizia favorendo la sua cattura.

in programmazione

Io sono Tempesta

dal 19/04/2018 al 24/04/2018

Numa Tempesta, un finanziere che gestisce un fondo da un miliardo e mezzo di euro e abita da solo nel suo immenso hotel deserto, pieno di letti in cui lui non riesce a chiudere occhio. Tempesta ha soldi, carisma, fiuto per gli affari e pochi scrupoli. Un giorno la legge gli presenta il conto: a causa di una vecchia condanna per evasione fiscale dovrà scontare un anno di pena ai servizi sociali in un centro di accoglienza. E così, il potente Numa dovrà mettersi a disposizione di chi non ha nulla, degli ultimi. Tra questi c’è Bruno, un giovane padre che frequenta il centro con il figlio, in seguito ad un tracollo economico. L’incontro sembrerebbe offrire ad entrambi l’occasione per una rinascita all’insegna dei buoni sentimenti e dell’amicizia. Ma c’è il denaro di mezzo e un gruppo di senzatetto, tra morale e denaro, tenderà a preferire…

Prossimamente